Computer per l’audio: come scegliere i componenti

Il PC è da aggiornare ma non sai da dove cominciare? Ti aiuto io!

Premessa: in questo articolo non prenderò in considerazione i sistemi Apple, bensì i PC. Non perché io faccia il tifo per l’uno o per l’altro, dal momento che sono entrambi sistemi che utilizzo abitualmente negli studi di registrazione in cui lavoro, ma perché i PC hanno un costo più accessibile e possono avere performance molto simili a quelle di un Mac.

DDR4 o…DDR4?

Direi DDR4! Scherzi a parte, le schede madri apparse sul mercato negli ultimi anni supportano molto bene le memorie DDR4. Lo standard DDR è nato nel 2000, nel 2003 l’industria è passata alle DDR2. Nel 2007 è stata la volta delle DDR3 e nel 2014 è giunto il momento delle DDR4.

Computer per l'audio - memoria RAML’ente che si occupa di definire gli standard di memoria, JEDEC, ha ricercato alcuni aspetti importanti nelle DDR4 rispetto alle precedenti DDR3: riduzione della tensione operativa e aumento della frequenza di clock. Le DDR3 operano a 1,5 V, mentre le DDR4 necessitano di 1,2 V. Questo ci fa comprendere che le memorie DDR4 consumano meno rispetto alle DDR3, e ciò ha un impatto non indifferente anche sulla temperatura della RAM, che risulta ovviamente più bassa.

Per quanto riguarda la frequenza di clock, le memorie DDR4 partono dai 2133 MHz, fino ad arrivare anche ai 3200 MHz.

Sì, ma…quale CPU compro?

Computer per l'audio - MSI H270 PC MATEDipende dal socket supportato dalla scheda madre del tuo computer. In una situazione di home recording una scheda madre X99 con socket LGA2011-v3 mi sembra un po’ eccessiva, quindi punteremo ad una con socket LGA1151, per esempio la nuova MSI H270 PC MATE. Essa supporta i nuovi processori Intel Core i7 di settima generazione e le memorie DDR4, quindi si adatta perfettamente alle esigenze di studi casalinghi e, perché no, anche a quelle di studi professionali di medie dimensioni.

Per quanto concerne la scelta della CPU, la scelta dipende principalmente dal tuo budget, anche se ti sconsiglio di risparmiare nel processore per un PC dedicato all’audio, in quanto è il componente più importante e maggiormente sfruttato dai software DAW. Ti propongo due opzioni, entrambe Intel e non overclockabili (siamo tecnici del suono, non smanettoni), sotto le quali non mi sento di consigliarti nulla:

  • Intel Core i7-7700: il Core i7-7700, con 4 core e 8 thread, una frequenza tra 3,60 e 4,20 GHz con un TDP di 65 W, è un’ottima scelta! Il prezzo non è per tutti ma non è nemmeno troppo alto, inoltre offre prestazioni alte in ogni frangente.
  • Intel Core i5-7600: il Core i5-7600 è un processore con 4 core senza Hyper-Threading che lavorano a 3,5 GHz, per arrivare ad un massimo di 4,10 GHz. Offre 6 MB di cache L3 e una GPU integrata HD Graphics 630. Supporta due soli canali di memoria DDR4. Le prestazioni sono buone e adeguate a molti usi.

Che bella coppia di RAM!

Abbiamo scelto la scheda madre e la CPU, ora non ci resta che scegliere la RAM. Il mio consiglio è quello di installare sempre due moduli, così da permettere alle memorie di lavorare in Dual-Channel, ossia una modalità utile per supportare le velocità dei processori di ultima generazione. Anche qui, come per la CPU, la scelta dipende dal tuo budget. Le due opzioni che ti propongo sono entrambe di Kingston a 2133 MHz di frequenza di clock:

  • Kingston HyperX Fury 16 GB: 16 GB di RAM sono più che sufficienti sia in un home studio che in uno studio professionale di medie dimensioni. In ogni caso il sistema è sempre upgradabile a 32 o 64 GB. Questo kit consiste in due moduli di memoria da 8 GB ciascuno.
  • Kingston HyperX Fury 8 GB: nel caso il tuo budget fosse più ridotto, 8 GB dovrebbero comunque bastare, rinunciando ad un po’ di potenza. Questo kit consiste in due moduli di memoria da 4 GB ciascuna.

E il video?

Computer per l'audio: nVidia GTX 1050Per quanto possa sembrare strano, alcuni plug-in per l’audio sfruttano l’accelerazione 3D data dalle schede video dedicate. Se non stai assemblando un PC anche per il gaming, ti consiglio di non spendere troppo per una scheda video dedicata. Le due soluzioni:

  • Gigabyte nVidia GeForce GTX1050: questa scheda video, con 2 GB di memoria GDDR5, ha un costo molto contenuto e permette anche di giocare agli ultimi titoli in Full HD senza spingere troppo sui dettagli grafici.
  • MSI nVidia GeForce GT710: questa scheda video, con 1 GB di memoria DDR3, è molto silenziosa grazie al dissipatore passivo (senza ventole). È molto economica e più che sufficiente in un setup per l’audio.

SSD o non SSD…questo è il dilemma!

SSD! Se rientra nel tuo budget te ne consiglio almeno uno da 250 GB per il sistema operativo e i software, come il Samsung 850 EVO. Per quanto riguarda lo storage dei dati, invece, il mio consiglio è di optare per un hard disk con velocità di rotazione del disco di almeno 7200 RPM.

…e l’alimentatore?

Per un sistema come questo un alimentatore da 500 W basta e avanza. Se vuoi risparmiare, puoi riciclare un alimentatore da un vecchio computer, purché ti permetta di alimentare tutti i componenti del tuo sistema (mantenendo comunque una certa silenziosità). Nel caso tu debba procurartene uno nuovo, consiglio l’acquisto di un alimentatore con certificazione 80 Plus e ricorda: ad un computer per l’audio occorre un alimentatore silenzioso, quindi dai sempre uno sguardo alle caratteristiche di rumore!

Diamo una casa a tutti questi componenti!

Bene, ora non ti resta che scegliere il case per il tuo computer! Essendo un computer per l’audio, immagino che vorrai un case con buone proprietà fonoisolanti. Corsair fa ottimi case con una perdita di trasmissione notevole, come il Corsair Carbide 100R Silent. La scelta del case è comunque una cosa molto personale, dipende molto soprattutto dai gusti estetici. Quindi scegli un case che sia silenzioso…ma che ti piaccia!

Bene, ora devo “solo” assemblarlo…come faccio?

Non basterebbe un articolo per spiegarti dettagliatamente come assemblare un computer, quindi ti consiglio un canale YouTube, ovvero il canale di Blink46, che tratta quasi esclusivamente di computer in un modo molto dettagliato e piacevole!

E siamo alla fine anche di questo articolo, che spero ti sia stato utile! Ti ricordo che quello che ho appena trattato sarà uno degli argomenti che verranno affrontati più nel dettaglio durante il Corso di Tecnico del Suono proposto da Audio Class.